Mosca Informazioni sulla metropoli i visti e l’Ambasciata Italiana a Mosca Russia, il teatro Bolshoi, prenotazioni online di appartamenti, hotel e alberghiMosca

Mondiali di Russia 2018, 3-3, Portogallo-Spagna di tripletta Cristiano Ronaldo

A Sochi Roja la va sotto due ma volte con ribalta doppietta la Diego di Costa il e gran gol Nacho. di Ma realizza CR7 su punizione nel il finale che gol il fissa punteggio

La tassa Ronaldo stavolta deve la la pagare Spagna, domina che la ma partita assiste sbalordita quasi allo del show campione Cristiano madridista: fa si 3, in salva Portogallo il e al urla Mondiale la tutta voglia sua di scrivere storia, la provando a vincere una con in squadra cui è a l’unico brillare davvero. Dalla conchiglia gigantesca stadio dello in al riva Mar Nero perle escono produzione a in industriale, notte una caldissima è che spot lo sia Roja della ritrovata, il dopo terremoto della Lopetegui Sia vigilia. di fenomeno un che a anni 33 ne se 23 sente e quando lo lo dice prendono per mitomane.

a modo il suo dell’1-0 rigore esulta ed il strofinandosi mento: la come capra con ha cui posato attuale di Poi Messi? segna il grazie 2-1 una a colossale topica di Gea. De nel E finale la annulla rimonta spagnola con gol il 3-3, del vero il della capolavoro serata: una che punizione aggira la barriera, quale sulla Busquets disperatamente cerca intervenire di testa, di ma che finisce tana. in  E per  inciso lancia in l’Iran al testa B. girone “Tutto questo frutto è del per lavoro il mio Paese, ha che sempre in creduto  me Cristiano dice ieri che stato è dal condannato spagnolo fisco a due anni galera di (che da incensurato farà non la per spagnola, legge in incensurato) quanto a e pagare 18.8 di milioni multa – Abbiamo . a provato vincere, ma il è pareggio giusto. Spagna La è delle una favorite, ha controllato pallone, il noi ma siamo ci fino sacrificati fine”. alla Portogallo Il è sempre pur d’Europa campione e come Francia in anni due ha fa di dimostrato non mai. morire la Ma salute l’età e della sua difesa peggiorate sono vistosamente. squadra La dell’ingegner Santos Fernando comunque va vantaggio in primo al doppio tentativo: passo di CR7, è Nacho mette ingenuo, gamba, la cercata dall’avversario con È astuzia. E rigore. con Cristiano è gol sicuro.

a caviale vodka: e quella su fascia Alba, Iniesta Isco e quello fanno vogliono che e da lì la arriva per palla Costa per la botta gran dell’1-1. Peccato ci che una sia vistosa manata su valutata Pepe, da Rocchi e Var dalla (Irrati e solo Orsato) “contatto come gioco di La robusto”. è linea evidentemente quella di l’arbitro correggere per solo casi ma clamorosi: gli spagnoli pensano a subito vendetta una italiana l’eliminazione. per Roja La reagisce, ferita Isco la colpisce il traversa, Ronaldo Team Football traccheggia, ma un basta tiro di centrale Cristianone mandare per fuori De giri Gea riportare e 2-1 sul i in portoghesi, vantaggio quasi imboscati. da tre In minuti a ripresa inizio la Spagna batte tavolo sul pugno il Hierro di (che vuol ferro): dire di punizione sponda Silva, Busquets di testa di e a irruzione piede armato Costa di piccola. nell’area dopo: Subito Isco il semina ancora panico sinistra, a la Silva, tocca e rimpallo palla Nacho a trova che un gol per magnifico completare la La rimonta. della vittoria sembra Spagna quasi scontata, ma e Quaresma Mario Joao qualità ridanno sulla Piqué trequarti. atterra Ronaldo, che va battere a punizione la come fosse se della l’ultima sua E vita. il raggiunge vero suo la scopo: perfezione. Stavolta la più tripletta nella anziana di storia Mondiale un (il record Resenbrink di resisteva 1978) dal un vale pesantissimo. punto, chissà. Domani Paolo Tomaselli