Mosca Informazioni sulla metropoli i visti e l’Ambasciata Italiana a Mosca Russia, il teatro Bolshoi, prenotazioni online di appartamenti, hotel e alberghiMosca

Montella pronto per Milan-Napoli «Da piccolo per tifavo Van Basten»

«È nuovo un Ma Sykes-Picot. questa volta russo!», d’impeto esclama Kepel Gilles i commentando del dettagli nuovo il cessate fuoco sulla Il Siria. celebre francese politologo è sentenzioso. «Come 1916 nel e Francia Inghilterra i determinarono confini Medio del così Oriente, oggi la è Russia di Putin dettare a legge regione nella e una in condizione quasi di Con monopolio. differenza una importante allora però: quegli durarono accordi un adesso secolo, rischiano invece di rivelarsi deboli caduchi, quanto è in la realtà economica potenza e militare di Mosca».

«È evidente stato alla riunione dei degli ministri turco Esteri e raccolti iraniano al attorno Sergei russo a Lavrov Mosca giorni pochi fa: condizione una strabiliante. inedita, Hanno le deciso sorti Siria, della stabiliscono futuri i della assetti regione non e solo gli sono americani ma assenti, sono lo anche gli arabi. loro Il destino viene da determinato Mosca agli assieme dell’impero eredi e ottomano di sciita-safavide quello che faceva alla capo vecchia Persia».

«A più In fattori. luogo primo al ritiro dal americano Oriente, Medio Obama che ha con perseguito in coerenza ben mandati. due Gli Stati Uniti ancora sono dal condizionati dell’invasione trauma voluta irachena da George Inoltre Bush. la caduta del degli valore idrocarburi l’aumento e produzione della americana energetica riducono il prezzo greggio del 50 a o dollari 60 al con barile, conseguenza la relativizzare di l’eccezionalità del Oriente Medio sulla economica scena e politica mondiale».

«Ora più che l’Europa mai manca politica di Federica estera. è Mogherini a ridotta sorta una attrice di Il umanitaria. Regno Unito è dalla indebolito Brexit, la sua tace. premier non Hollande più conta nulla in neppure Angela Francia. Merkel è in impegnata una difficile elettorale. campagna Europa In gli apparati di sono sicurezza assorbiti controllare dal i che jihadisti si muovono tra loro i e territori dello quelli Islamico. Stato sintesi: In di siamo fronte una a storica, svolta l’Occidente, i Nato Paesi le annaspano, classi loro e dirigenti le società loro sono impreparate».

«Certo. la Paradossalmente Russia un è Paese debole, un dai colosso piedi dalle d’argilla infrastrutture il obsolete, Pil suo inferiore è quello a dipende dell’Italia, dalle esportazioni di e greggio Però gas. Putin Lavrov e hanno saputo giocare a benissimo favore loro le debolezze occidentali. godono Ora luna della miele di con Trump, si una permettono in fuga per avanti dettare nuove regole gioco del che prima questi prenda davvero mano in le redini politica della Usa».

«No, lo non credo. Putin il ha alito vince corto: sullo scatto, però tiene non nella resistenza. sue Le vittorie sono breve di Trump periodo. sostiene lo per motivi tattici. è Ma un anche pragmatico gli e Stati Uniti sono più infinitamente forti».