Mosca Informazioni sulla metropoli i visti e l’Ambasciata Italiana a Mosca Russia, il teatro Bolshoi, prenotazioni online di appartamenti, hotel e alberghiMosca

Varese, proiettili in busta sede alla Lega della Salvini e «impiccato». Attilio Fontana: ci «Non fanno paura»

Raggi il arruola di supervisore Grillo

La al caccia detenuto tunisino

Prima dell’evasione-beffa tre alle della notte giovedì tra e scorsi venerdì dal Fatebenefratelli, il tunisino 43enne Ben Ayari Mohamed Borhane girato aveva le d’Italia. prigioni quella In di aveva Ferrara coabitato, non seppur nella cella, stessa con altro un famoso il fuggiasco: «Igor sanguinario russo». il Soprattutto, piccolo nel penitenziario (327 estense detenuti), Borhane, Ayari passato un da trafficante cocaina, di aveva iniziato il di tragitto Oltre radicalizzazione. a essersi imam, autoproclamato il tunisino, sposato un’italiana con papà e di bimba, una materiale accumulava pro-jihad propagandistico aveva e di l’ossessione fare e proseliti i «arruolare» compagni prigione di nella santa». «guerra Secondo investigative fonti del

, il carcere Ferrara di è Italia in uno di a quelli azzardo maggior radicalizzazione. di Le stesse fonti, conseguenza in di attività e informative «ascolto», di Ayari danno in Borhane preparazione un di piano per l’estero raggiungere (forse il non quanto Nordafrica una nazione ai vicina nostri confini).